.
Annunci online

consumimur
storie minime


Diario


26 marzo 2009

testamento biologico(a proposito di)

IL DIRITTO  DI  MORIRE

(trad.C .Izzo)

Non mi quadra quella vecchia storia

Che ci fa padroni del nostro destino

E non della vita ,da tenere o rifiutare

Secondo che vogliamo;non posso  ,non voglio  pensare

Che gli uomini,i vermi sagaci,che fanno schemi e piani

E calcoli e progetti con tanta sottigliezza,

siano così balordi da non sapere

quando  hanno vissuto abbastanza.

Gli uomini non vagheggiano la morte

Quando vi sono ancora dolcezze da gustare  nella vita.

Né insisterà a vivere il valoroso ,quando,

profondamente ebbro di vita,abbia raggiunto la feccia,

e sappia che ora rimane soltanto l’amaro.

Vile è colui che ,vinto in questa,

tema i falsi folletti d’un’altra vita.

Io onoro colui che ,molto tormentato,

beve dolce coraggio sino ad andarsene…

poi afferrando la morte riluttante per mano,

salta con lei ,impavido,nella pace eterna!


(Paul Laurence Dunbar 1872-1906)

 


 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. politica.attualità poesia

permalink | inviato da consumimur il 26/3/2009 alle 22:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 ottobre 2007

SEGNALETICA(3)


(..) Quantunque:se la bottiglia si chiamasse cammello (e viceversa),in tavola non si porterebbe più una bottiglia di quello buono ,bensì un cammello di quello buono ; ci si verserebbe un bicchier di vino da un cammello,anzichè dalla bottiglia:azione probabilmente non alla portata di tutti;per non parlare dello stappare un cammello o anche del bere a garganella ...direttamente dal cammello.Gli ubriaconi ,per annegare i loro dispiaceri nell 'alcool non potrebbero più attaccarsi alla bottiglia ,ma dovrebbero attaccarsi al cammello .Parallelamente il deserto lo si attraverserebbe a dorso di bottiglia invece che di cammello:con quanto successo ,non saprei. Le Camel si chiamerebbo bottle... che poi le camel, si chiamano camel, ma come effigie hanno un dromedario:boh...chi ci capisce è bravo.
E con i messaggi in bottiglia ,che gli innamorati infelici o i naufraghi abbandonano alle onde del mare, come la metteremmo? Quegli sventurati dovrebbero mettere il loro messaggio straziante nel cammello e poi affidarlo alla benevolenza dell'oceano:con quanta gioia da parte del cammello non so...e poi per un naufrago non è così facile avere a portata di mano un cammello. E che dire del proverbio evangelico secondo cui è più facile che un cammello passi...? diventerebbe :è più facile che una bottiglia passi per la cruna d'un ago ,che un ricco entri nel regno dei cieli. Ma ,a quei tempi e in quelle lande non credo che si sapesse lavorare il vetro:dunque non potevano esserci cammelli. Anche la poesia italiana subirebbe degli scossoni.I famosi versi montaliani:
"(...)com'è tutta la vita e il suo travaglio
in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di bottiglia."
diventerebbero:"(..) in questo seguitare una muraglia
che ha in cima cocci aguzzi di cammello." Certo che non suona allo stesso modo.
Altri esempi se ne potrebbero trovare a iosa ,ma io volevo parlare di tutt'altro:sono finito in una via senza uscita . Cmq,fortunatamente,bottiglia sta per 'bottiglia' e cammello per 'cammello'.E i segnali stradali stanno sulle strade. (cont.)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. strade segnali segnaletica poesia

permalink | inviato da consumimur il 18/10/2007 alle 21:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     luglio        aprile
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
La foglia
Un calcio ad un pallone
imperfette,incompiute
don't say cat
pol(l)itica

VAI A VEDERE

sky-cafe
sodaplay
peterpan
urano
Black-nirvana
MAURO



"Don't worry ,be happy!" (B.Mc Ferrin)

"Preferirei di no." (Bartleby)

Cara/o NAVIGATRICE/ORE, BENVENUTA/O ! Spero che la tua sosta in questo blog  sia piacevole.Ti ricordo che CLICCANDO SULLE <<   >>  in cui è inserito il nome del MESE potrai scorrere anche i post pubblicati prima e dopo quelli presenti in questa pagina. BUONA NAVIGAZIONE. 

 L'a.

 

 

"L'uomo è nato libero ed è ovunque in catene."(J.J.Rousseau)

L'uomo non nasce libero. Nasce per liberarsi. (guru Nanak)

"la Miseria è il mistero più grande."(O.Wilde)

"Io ho riposto la mia causa nel nulla." (M.Stirner)

BLOGGA E LASCIA BLOGGARE (io)


sto leggendo
'il ritorno dei coniglietti suicidi
di Andy Riley

CERCA